Conto corrente con società fiduciaria

CONTO CORRENTE CON SOCIETA’ FIDUCIARIA

INFO LINE SOCIETA’ FIDUCIARIA E CONTO CORRENTE FIDUCIARIO: +390532240071

Un conto corrente con società fiduciaria conviene? ha dei vantaggi la gestione di un conto corrente tramite una società fiduciaria? in questo articolo cercheremo di capirlo. Articolo a cura dellAvvocato Bertaggia di Ferrara.

INTESTAZIONE FIDUCIARIA CONTO CORRENTE

La Società Fiduciaria, oltre ad essere di indubbio vantaggio nell’amministrazione di beni, azioni o quote per conto di terzi desiderosi di mantenere la propria riservatezza, può diventare uno strumento in più quando si tratta di farle gestire anche il proprio conto corrente. Infatti affidando la gestione del proprio conto corrente ad una società fiduciaria vi è una schermatura fiduciaria da parte della società fiduciaria stessa e di conseguenza vi è una maggiore e migliore tutela patrimoniale per il soggetto interessato.

Molti sono i casi in cui si può avere interesse a gestire il proprio patrimonio, depositato in un conto corrente, tramite una società fiduciaria: non si vuole fare sapere ai concorrenti a quanto assommi il proprio patrimonio, si temono ricatti od atti criminali, si preferisce una gestione riservata e privata perché non si ha il tempo e la competenza necessaria per la gestione patrimoniale, si desidera mantenere la propria riservatezza nei riguardi del coniuge, oppure si teme il rischio paese preferendo affidare i propri risparmi ad una società fiduciaria estera: il prelievo forzoso dei conti correnti successo a Cipro è un classico esempio di rischio paese.

Lo Studio Legale Internazionale Bertaggia può fornirti un’adeguata consulenza in merito ai conti correnti fiduciari, se hai bisogno di una consulenza per l’apertura di un conto corrente fiduciario, telefona +390532240071 per utenti italiani e +85259351189 per utenti stranieri.

CONTO CORRENTE CON SOCIETA’ FIDUCIARIA, IL CONTRATTO, LE DICHIARAZIONI FISCALI

La proprietà del conto corrente resta, ovviamente, di chi decide di affidarlo alla società fiduciaria la quale diventa intestataria formale (in nome proprio e per conto di terzi) del conto corrente di fronte ai terzi. Il cliente può utilizzare il conto corrente come meglio crede, può dare indicazioni alla società fiduciaria, che non può fruire in nessuno modo del conto corrente se non su precisa ed esplicita disposizione del fiduciante. A tutela di tutto ciò vi è il contratto fiduciario (declaration of trust), con cui la società fiduciaria afferma e garantisce di gestire il conto corrente solo su disposizione e nell’unico interesse del fiduciante.

Da notare che la schermatura fiduciaria vale nei confronti dei privati e non nei confronti dello stato, infatti il reale beneficiario del conto schermato dalla fiduciaria sarà sempre tenuto a dichiarare nell’apposito quadro RW della dichiarazione dei redditi, la disponibilità di somme di danaro detenute dalla fiduciaria ma a lui riferibili: ciò anche nel caso dell’intestazione fiduciaria di un conto corrente. Questo non lo si deve dimenticare mai. Ogni altro utilizzo del conto corrente fiduciario è illegittimo.

A questo riguardo ricordiamo che, con la sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Lecco n. 242 del 2 novembre 2011 è stato precisato che le attività finanziarie estere intestate ad una fiduciaria italiana non devono essere indicate nella dichiarazione dei redditi del fiduciante. Mentre le disposizioni in tema di monitoraggio si applicano anche a coloro che hanno la disponibilità di movimentazione delle attività oggetto di monitoraggio; qualora un soggetto residente abbia la delega al prelievo su un conto corrente estero, è tenuto alla compilazione del quadro RW, salvo che non si tratti di una mera delega ad operare per conto dell’intestatario, come nel caso degli amministratori di società.

CONTO CORRENTE E SOCIETA’ FIDUCIARIA: PERCHE’ UTILIZZARE UNA FIDUCIARIA

Come funziona il conto fiduciario ed i vantaggi dell’intestazione fiduciaria del conto corrente.

I vantaggi di questa amministrazione sono indubbi e molteplici: innanzitutto vi è la schermatura fiduciaria, quindi una maggiore segretezza delle movimentazioni del fiduciante, che non si espone, evitando eventuali fughe di notizie a favore dei concorrenti o di malintenzionati. Poi vi è la riservatezza sulla consistenza del conto corrente, della eventuale destinazione di fondi e di affari sui quali si vuole, sempre nel rispetto della legalità, mantenere riservatezza nei confronti di terzi (socio, coniuge, familiari, concorrenti).

Ovviamente tutti i conti correnti sono a disposizione esclusivamente del titolare, ma la schermatura fiduciaria risulta senz’altro di miglior tutela di quanto non sia la gestione in proprio, in quanto la società fiduciaria può garantire la necessaria riservatezza.

Da rammentare che vi è comunque l’obbligo, per il proprietario effettivo del conto corrente, di effettuare l’apposita segnalazione, nel quadro RW della dichiarazione dei redditi, dell’esistenza della disponibilità finanziaria schermata fiduciariamente, il tutto nell’ambito della nostra mission legale, volta alla salvaguardia degli interessi del cliente.

CONTO CORRENTE TRAMITE SOCIETA’ FIDUCIARIA : LE PRECLUSIONI

È cura di ogni fiduciaria che agisca correttamente, verificare preventivamente eventuali pendenze ostative (procedimenti penali, problemi fiscali, riciclaggio etc.) in capo al richiedente la schermatura fiduciaria, negando, in caso di problemi di tale genere, l’apertura del conto corrente fiduciario. Parimenti una fiduciaria che agisca correttamente non aprirà il conto corrente nemmeno a chi figuri avere consistenti debiti fiscali. Prima dell’apertura di un conto corrente fiduciario, infatti, sarà effettuata un’accurata due diligence in capo al soggetto richiedente l’apertura del conto corrente fiduciario.

Per tutto il resto non esistono altre preclusioni all’apertura ed alla gestione di conti correnti fiduciari.

Le principali società fiduciarie estere, solitamente utilizzano una società fiduciaria maltese, ma vengono correntemente utilizzate anche altre società fiduciarie estere, sono collegate a professionisti internazionali al fine di ogni miglior controllo ed aggiornamento sulla gestione del conto corrente fiduciario nell’interesse del fiduciante.

Possiamo aiutarti a proteggere il tuo patrimonio. Non attendere di avere dei problemi prima di tutelarti!

CONTRATTI DI NATURA FINANZIARIA

Si tratta dei contratti di natura finanziaria stipulati con controparti non residenti come ad esempio finanziamenti, riporti, pronti contro termine e prestito titoli; in tema di finanziamenti si deve segnalare come la giurisprudenza non sia concorde soprattutto se si tratta di attività infruttifere.

A parere della Commissione Tributaria Provinciale di Bolzano, sentenza n. 48/2/2014 un finanziamento senza interessi non deve essere indicato nel quadro RW dal soggetto che lo concede; gli obblighi di monitoraggio fiscale sanciti dall’articolo 4 del d.l. 28 giugno 1990, n. 167, conv. nella l. 4 agosto 1990 riguardano esclusivamente le attività estere di natura finanziaria suscettibili di produrre reddito di fonte estera in Italia.

In particolare, il citato collegio ribadisce che l’obbligo di dichiarazione nel quadro RW non concerne qualsiasi investimento all’estero o qualsiasi attività estera di natura finanziaria ma solo quelli che potenzialmente sono idonei a produrre redditi di fonte estera imponibili in Italia.

Di conseguenza, in mancanza di contestazioni sul contratto, il prestito infruttifero non deve essere indicato nel quadro RW della dichiarazione dei redditi.

Di parere contrario, la Commissione Tributaria Provinciale di Treviso con la sentenza 25 giugno 2014, n. 508 secondo cui l’obbligo della dichiarazione sussiste in ogni caso infatti gli articoli 2 e 4 del d.l. 28 giugno 1990, n. 167 conv. nella l. 4 agosto 1990, n. 227 impongono tale obbligo perché la finalità è di avere una traccia di tutte le operazioni effettuate dai soggetti residenti, che avvalendosi di soggetti non residenti, si pongono al di fuori del circuito degli intermediari. La parte ha omesso di indicare le disponibilità estere per centinaia di migliaia di Euro. L’ufficio non ha sanzionato i redditi prodotti dalla partecipazione. Se anche queste somme fossero infruttifere la mancanza della comunicazione all’Erario è stata sanzionata nei termini di legge, come da ultima comunicazione dell’Ufficio.

Dello stesso parere la Commissione Tributaria Regionale di Venezia con la sentenza n. 1332 del 7 settembre 2015 secondo cui il Giudice di prime cure, errando, ha concluso che le operazioni bancarie che evidenziano finanziamenti a favore di società estera di cui il contribuente è titolare in Romania, sono fiscalmente irrilevanti perché verosimilmente infruttiferi e quindi tali da non dover essere evidenziati nel quadro RW della dichiarazione annuale dei redditi.

A parere della Commissione Tributaria Regionale, infatti, quanto affermato dalla Commissione Tributaria Provinciale costituisce affermazione manifestamente erronea perché in detto quadro RW vanno obbligatoriamente indicati tutti gli investimenti esteri e le attività estere di natura finanziaria attraverso cui possono essere conseguiti redditi imponibili in Italia fatta salva la prova che da quegli investimenti non siano conseguiti redditi.

Si tratta dei contratti derivati e altri rapporti finanziari stipulati al di fuori del territorio dello Stato e dei diritti all’acquisto o alla sottoscrizione di azioni estere o di strumenti finanziari assimilati nonché attività finanziarie estere detenute in Italia al di fuori del circuito degli intermediari residenti.

Lo Studio Legale Internazionale Bertaggia può fornirti un’adeguata consulenza in merito ai conti correnti fiduciari, se hai bisogno di una consulenza per l’apertura di un conto corrente fiduciario, telefona +390532240071 per utenti italiani e +85259351189  per utenti stranieri.

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.avvocatobertaggia.org
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.avvocatobertaggia.org che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina di www.avvocatobertaggia.org che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.avvocatobertaggia.org è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Studio Legale Internazionale Bertaggia – Titolo Conto corrente e società fiduciaria, in www.avvocatobertaggia.org

Hai bisogno di aiuto? Scrivici su Whatsapp

Insurance Quote

[contact-form-7 404 "Not Found"]