Croazia società investimenti

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI

INFO LINE PER INVESTIMENTI IN CROAZIA: +393483610420

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: LA CROAZIA

Croazia società investimenti. La Croazia, ufficialmente Repubblica di Croazia (in croato Republika Hrvatska), è uno Stato indipendente dell’Unione europea con una popolazione di 4076246 abitanti. La sua capitale è Zagabria.

E’ una repubblica parlamentare la cui lingua ufficiale è il croato. La regione istriana adotta ufficialmente il bilinguismo (croato e italiano), ma la sua attuazione varia a livello comunale.

Articolo a cura dellAvvocato Bertaggia di Ferrara.

Aderisce alla NATO dal 1º aprile 2009 e dal 1º luglio 2013 è il 28º membro dell’Unione europea. Al pari di Cipro, Bulgaria e Romania, la Croazia fa parte di quei Paesi sottoscrittori della convenzione di Schengen pur restando fuori dal relativo spazio per mancanza di adeguamenti tecnici, mantenendo quindi i controlli alle frontiere.

La Croazia si trova nella parte nordoccidentale della Penisola Balcanica ed è diventata indipendente nel 1991, a seguito della disgregazione della Jugoslavia. Il territorio ha una forma arcuata e lunghe coste che si spingono molto a sud; la presenza di numerose isole e la bellezza dei paesaggi hanno fatto della Croazia una meta turistica di prim’ordine.

“Il Paese attrae facilmente capitali stranieri, che affluiscono soprattutto dagli Stati di lingua tedesca, dall’Ungheria, dall’Italia e dagli USA. I settori verso cui affluiscono maggiormente gli investimenti esteri sono quelli delle telecomunicazioni, quello bancario-finanziario e dell’industria farmaceutica.”

DATI GENERALI:

Forma di Governo    Rpubblica parlamentare
Superficie 56 594 kmq
Capitale Zagabria
Unità monetaria Kuna
Religione cattolici (87,8%), non religiosi (5,2%), ortodossi (4,4%), musulmani sunniti (1,3%), protestanti (0,3%), altre religioni (1%).
Membro dell’UE 1° luglio del 2013.
Schengen La Croazia non fa parte dello spazio Schengen.

 

 CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: PERCHE’ LA CROAZIA, PUNTI DI FORZA

  • Stato membro dell’UE: il 1° luglio 2013 la Croazia è entrata a far parte dell’Unione Europea;
  • Accesso al mercato- posizione geografica strategica: la Croazia è facilmente raggiungibile dall’Italia in virtù di un’ottima rete autostradale che copre quasi interamente il paese;
  • Manodopera qualificata e a costi competitivi: vanta di un alto livello di istruzione e disponibilità di lavoro qualificato in settori specifici. Eccellenti sono inoltre le competetene tecnico-scientifiche e diffusa la conoscenza dell’inglese, del tedesco e dell’italiano. I costi della manodopera sono inferiori alla media europea;
  • Riforme economiche: il Governo in carica ha tra le sue priorità il completamento delle privatizzazioni e l’avvio di grandi progetti energetici e infrastrutturali, soprattutto nel settore del trasporto.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: RAPPORTI CON L’ITALIA

Nel 2000 l’Italia aveva raggiunto la prima posizione quale primo partener commerciale della Croazia, che ha conservato fino al 2014, per cedere successivamente tale posizione alla Germania, arretrando al secondo posto.

L’Italia rimane tuttavia il principale mercato di sbocco dell’export croato, con un valore delle esportazioni croate verso l’Italia di oltre 2,1 miliardi di Euro nel 2019. Con un valore di oltre 3,4 miliardi di Euro, resta il secondo fornitore dopo la Germania, anche se nello stesso anno le forniture Italiane hanno registrato il secondo più alto incremento con un +10,1%, nettamente superiore alla crescita delle importazioni del primo fornitore, la Germania (+6%).

In genere, il settore dell’intermediazione finanziaria (settore bancario ed assicurativo) è stato sinora il più attraente per gli investitori italiani. Gli investimenti prodottivi italiani più importanti in Croazia sono stati rivolti verso i settori: energetico, tessile, legno-arredo, chimico, meccanico, metallurgico, elettronico.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: IL SISTEMA FISCALE

“La Croazia è dotata di un moderno sistema tributario, con struttura fiscale simile a quella di altri Stati dell’Unione Europea.”

Le persone fisiche sono assoggettate all’imposta statale sui redditi e a quelle locali. Le imprese sono soggette all’imposta sugli utili o sui redditi societari. L’imprenditore individuale con attività d’impresa può esercitare l’opzione tra l’imposta sugli utili o quella sul reddito.

Il sistema fiscale croato ha una struttura sostanzialmente in linea con gli altri Paesi europei e le autorità finanziarie hanno adottato, anche in previsione dell’ingresso nell’Ue, una serie di misure di rientro dei conti pubblici, in considerazione degli squilibri interni tra le diverse regioni croate che rischiano di favorire l’aumento dei prezzi e l’incertezza dei capitali.

Proprio per promuovere lo sviluppo di alcuni territori, sono state istituite in Croazia numerose zone franche che riconoscono condizioni particolarmente vantaggiose ad alcune attività economiche. Anche sotto forma di incentivi fiscali, oltre al fatto che le importazioni e le esportazioni non sono soggette ad alcuna restrizione e sono esenti da dazi doganali.

Le persone fisiche sono assoggettate all’imposta statale sui redditi (Income Tax) e alle imposte locali. I Comuni, infatti, possono introdurre un’addizionale all’imposta sui redditi con aliquota compresa tra il 10 e il 30%, a seconda del numero degli abitanti. Il periodo fiscale corrisponde all’anno solare.

I soggetti residenti sono assoggettati a tassazione per i redditi ovunque prodotti. Ai sensi della Legge sull’imposta sul reddito per soggetto residente fiscalmente in Croazia si intende una persona fisica avente residenza o soggiorno abituale nella Repubblica. Per residente si intende anche la persona che non ha residenza o soggiorno abituale in Croazia ma è alle dipendenze dell’amministrazione statale della Repubblica, e come tale percepisce stipendio.

Per soggetto non residente si intende la persona fisica che non ha residenza o soggiorno abituale in Croazia. Ma realizza redditi in Croazia che vengono ivi tassati secondo le disposizioni di Legge.

Tipologie reddituali: L’imposta sul reddito delle persone fisiche comprende le seguenti tipologie reddituali:

  • Reddito da lavoro dipendente: stipendi, salari, pensioni;
  • Reddito da lavoro autonomo comprensivo di reddito d’impresa e redditi professionali;
  • Il reddito derivante dalla proprietà e dalla titolarità di diritti di proprietà, nonché da capital gain (Property Tax): gli interessi e le royalties sono tassate con ritenuta fiscale a titolo finale rispettivamente del 25% e del 40%. I dividendi sono esenti, così come gli interessi sui conti correnti o di risparmio;
  • Reddito da capitale (Profit Tax): non si applica, comunque, l’imposta sul patrimonio netto. Inoltre, gli immobili sono assoggettati a tassazione locale, secondo aliquote stabilite da ciascun Comune;
  • Redditi diversi: assoggettati a ritenuta fiscale a titolo finale del 25%.

Aliquote di tassazione: Le aliquote di tassazione presenti in Croazia sono le seguenti:

  • 24% sui redditi complessivi (imponibili) fino a 210.000 kune all’anno. Circa 28.000 euro al cambio 1€ = 7,5 Kune. In pratica aliquota del 24% fino a circa 17.500 kune al mese;
  • 36% sulla parte di reddito che supera le 210.000 kune all’anno.

La base imponibile su cui applicare l’aliquota del 24% è maggiorata per l’importo realizzato dai redditi aggiuntivi. Questo a condizione che il reddito così realizzato non superi annualmente l’importo di 12.500 kune.

Imposta sul reddito delle società: In Croazia l’aliquota delle imposte sul reddito è così suddivisa:

  • 12% se nel periodo di imposta è stato realizzato un fatturato inferiore ai 3.000.000 kune (circa € 400.000). Coloro che rientrano in questa categoria possono scegliere se pagare l’imposta sull’utile effettivamente incassato (principio di cassa) oppure sui redditi di competenza.
  • 18% se nel periodo di imposta è stato realizzato un fatturato superiore ai 3.000.001 kune. In questo caso la tassazione è determinata attraverso il principio competenza e non per cassa.

L’imponibile fiscale è maggiorato del 50% delle spese di rappresentanza. Gli utili reinvestiti nella società non determinano alcun abbattimento fiscale.

Aliquote della ritenuta: L’aliquota da applicare alla ritenuta sui redditi in uscita è pari a:

  • 15% – aliquota ordinaria, ad eccezione che per i dividendi e delle quote nel reddito della società;
  • 12% – per dividendi e quote di reddito della società;
  • 20% – su tutti i servizi non menzionati pagati a soggetti persone fisiche che hanno sede legale o operativa nei Paesi che sono considerati Paradisi fiscali. Questo ad eccezione dei Paesi con cui la Croazia ha stipulato convenzioni contro le doppie imposizioni.

Imposta sul valore aggiunto: Anche in Croazia si applica l’Imposta sul valore aggiunto. L’aliquota ordinaria è del 25%. Tuttavia, vi sono anche due aliquote ridotte:

  • aliquota del 5% che si applica per tutti i generi di prima necessità come pane, latte, farmaci;
  • aliquota del 13% per i servizi di alloggio o alloggio con prima colazione in alberghi o strutture similari. Ad esempio giornali e riviste, energia elettrica, raccolta dei rifiuti;

Con l’adesione della Croazia all’UE le disposizioni sull’Iva sono conformi a quelle degli altri Paesi membri.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: CONVENZIONE ITALIA-CROAZIA SULLA DOPPIA IMPOSIZIONE

L’accordo contro le doppie imposizioni siglato tra Italia e Croazia è stato firmato il 29 ottobre 1999. Il 27 giugno 2000 il Parlamento croato ha emanato la Legge sulla ratifica dell’Accordo tra la Repubblica croata e la Repubblica italiana per evitare le doppie imposizioni sul reddito. La Legge è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 10 del 7 luglio 2000 ed è entrata in vigore l’ottavo giorno successivo. Tuttavia, però tale accordo è entrato in vigore soltanto il 29 maggio 2009. Anno in cui l’Italia, a sua volta, ha ratificato l’accordo nel proprio Paese.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN CROAZIA

“Il governo croato ha introdotto molti incentivi per i potenziali investitori esteri. Per questo la Croazia può essere il Paese giusto per aprire la tua nuova società. Ad esempio, gli incentivi fiscali consentono l’esenzione parziale o totale dalle imposte sui redditi per un periodo fino a 10 anni.”

Gli incentivi per nuovi posti di lavoro possono ammontare fino a € 4.500 per un posto di lavoro e le esenzioni fiscali possono essere approvate fino all’80% dei costi di formazione dei lavoratori.

Il Governo della Repubblica di Croazia ha, nel corso del 2012, emanato una Legge per la promozione di investimenti e il miglioramento del clima degli investimenti. Legge il cui scopo è quello di incrementare gli investimenti e l’occupazione in Croazia. A seconda della dimensione dell’investimento e il numero di posti di lavoro creati possono essere approvati vari incentivi fiscali.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: INCENTII FISCALI PER I MICROIMPRENDITORI

Sono considerati microimprenditori gli imprenditori che hanno meno di 10 dipendenti e un fatturato annuo inferiore a 2 milioni di kune, circa 270.000 €. Per gli investimenti di almeno 50.000,00 euro viene concessa l’applicazione dell’imposta sul reddito del 10% per il periodo massimo di 5 anni dall’inizio dell’investimento. Tale incentivo è concesso a condizione che siano creati almeno 3 nuovi posti di lavoro entro un anno dall’inizio dell’investimento o del progetto di rinnovamento.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: INCENTIVI FISCALI PER LE IMPRESE

In maniera analoga sono concesse agevolazioni fiscali – riduzione delle imposte sul reddito al 10% per un periodo massimo di 10 anni per le imprese con progetti di investimento superiori a 1 milione di euro. Imprese che però prevedono la creazione di almeno 5 nuovi posti di lavoro.

Per investimenti compresi tra 1 e 3 milioni di euro è prevista la riduzione dell’imposta sul reddito al 5% per un periodo massimo di 10 anni. Con la condizione della creazione di almeno 10 posti di lavoro.

Per gli investimenti superiori a 3 milioni di euro e la creazione di almeno 15 nuovi posti di lavoro è previsto il completo sgravio dell’imposta sul reddito (0%) per il periodo di 10 anni.

Vengono concessi incentivi fiscali anche senza l’obbligo della creazione di nuovi posti di lavoro a seguito della modernizzazione del processo tecnologico della linea di produzione o degli impianti industriali esistenti.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: INCENTIVI A FONDO PERDUTO PER INVESTIMENTI

Una sovvenzione in denaro a fondo perduto può essere concessa per progetti di investimento del valore di oltre 5 milioni di euro. Questo a condizione che vengano creati almeno 50 nuovi posti di lavoro relativi al progetto d’investimento entro 3 anni a decorrere dall’inizio dell’investimento.

Una sovvenzione in denaro a fondo perduto pari:

  • Al 10% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 500.000,00 per investimenti in regioni della Repubblica di Croazia in cui il tasso registrato di disoccupazione sia compreso tra il 10% e il 20%
  • Al 20% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di 1 milione di euro, per investimenti in regioni della Repubblica di Croazia in cui il tasso registrato di disoccupazione risulti superiore al 20%.

I costi ammissibili sono:

  • Le spese di costruzione di una nuova fabbrica, un impianto industriale. Ovvero un complesso ristorativo-turistico;
  • Le spese dell’acquisto di nuovi macchinari, ovvero attrezzature produttive.

Gli incentivi sono concessi a condizione che gli investimenti siano rappresentati per almeno il 40% da attrezzature produttive/macchinari nuove e che almeno il 50% di essi siano di alta tecnologia.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: INCENTIVI PER POSTI DI LAVORO

Per i progetti di investimento che prevedono la creazione di nuovi posti di lavoro sono previsti i seguenti incentivi in proporzione al tasso di disoccupazione della zona:

  • Fino al 10% di disoccupazione: sovvenzione in denaro a fondo perduto fino al 10% delle spese ammissibili relative alla creazione di nuovi posti di lavoro riferiti all’investimento, in quantità massima di €. 3.000,00 per ogni nuovo posto di lavoro
  • Dal 10% al 20% di disoccupazione: sovvenzione in denaro a fondo perduto fino al 6.000,00 € per ogni nuovo posto di lavoro creato
  • Superiore al 20% di disoccupazione: sovvenzione in denaro a fondo perduto fino al 9.000,00 € per ogni nuovo posto di lavoro creato.

 CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: FORMAZIONE DEL PERSONALE

La sovvenzione in denaro a fondo perduto per la formazione professionale dei dipendenti riferiti al progetto d’investimento può essere concessa fino all’ 80% delle spese ammissibili. Le spese ammissibili sono le spese per l’istruttore, le spese di viaggio per l’istruttore e per i dipendenti, il costo degli istruttori, le spese di ammortamento per le attrezzature e i macchinari e simili.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: PERCHE’ LA CROAZIA E’ INTERESSANTE PER INSEDIARA NUOVE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Paese affacciato sul mare Adriatico e confinante a nord con la Slovenia, a nord-est con la l’Ungheria, ed est con la Serbia, a sud con la Bosnia ed Erzegovina e il Montenegro è facilmente raggiungibile dall’Italia. La lingua ufficiale è il Croato, ma nella regione Istriana, o meglio in molti comuni della regione, è adottato il bilinguismo ufficiale croato italiano.

Paese membro dell’Unione Europea, la Croazia non ha adottato l’Euro bensì mantenuto la Kuna come moneta ufficiale. Nonostante il lungo periodo comunista e la guerra, in vista dell’entrata nell’Unione Europea i governi Croati hanno approntato importanti riforme al fine di sistemare i conti della nazione, soprattutto il debito pubblico, ed incentivare l’economia.

A tal proposito di grande interesse sono gli incentivi fiscali per le nuove iniziative imprenditoriali, con particolare riferimento ai nuovi investimenti nella regione che prevedano innovazioni tecnologiche, acquisto di strutture produttive e assunzione di personale.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: INCENTIVI PER LA PROMOZIONE DI INVESTIMENTI

  • Incentivi per micro imprenditori: Imposta sui redditi societari ridotta del 50% per 5 anni a partire dall’inizio dell’investimento, a condizione che si creino e mantengano almeno 3 posti di lavoro;
  • Imposta sui redditi societari ridotta del 50% per 10 anni a condizione che si creino almeno 5 posti di lavoro;
  • Imposta sui redditi societari ridotta al 5% per investimenti da 1 a 3 milioni di Euro per un periodo di 10 anni, a condizione che si creino almeno 10 posti di lavoro;
  • Imposta sui redditi societari ridotta a zero per 10 anni per investimenti superiori a 3 milioni di Euro a condizione che si creino almeno 15 posti di lavoro.

“Il sistema di incentivi Croato è completamento basato sull’attrazione di investimenti in attività produttive che generino occupazioni oppure in innovazioni tecnologica. La Croazia è una meta quindi interessante per l’imprenditore che intende insediare uno stabilimento produttivo, anche di piccole dimensioni, a patto che assuma forza lavoro in loco. “

La presenza di personale specializzato che parla anche Inglese o Italiano ed il basso costo del lavoro completano il quadro dei vantaggi per l’imprenditore che intende investire in Croazia.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: TIPI DI SOCIETA’

Chiunque può costituire una società in Croazia, a prescindere dalla propria nazionalità o dal luogo di residenza. In Croazia non esiste una legislazione specifica per gli investimenti, e gli imprenditori stranieri che vogliono “fare impresa” in Croazia non devono essere titolari di una percentuale minima di azioni o quote di partecipazione di una società di capitali croata. Per quanto detto, ai cittadini stranieri è data la possibilità di costituire una delle seguenti forme di organizzazione societaria:

  • Filiale;
  • Succursale;
  • Ufficio di rappresentazione.

Le filiali e le succursali dovranno essere registrate presso il Tribunale di commercio croato, mentre gli uffici di rappresentanza vanno registrati presso il Ministero dell’Economia.

Le Filiali in Croazia assumeranno la forma giuridica di vere e proprie società commerciali. La Legge croata sulle società commerciali prevendono le seguenti forme:

  • Società per azioni- in croato Dionicko drustvo (abbrivato d.d.);
  • Società a responsabilità limitata- in croato Drustvo s ogranicenom odgovornoscu (abbreviato in d.o.o.);
  • Società a responsabilità limitata semplificata- in croato Jednostavno drustvo s ogranicenom odgovornoscu (abbreviato j.d.o.o.);
  • Società in nome collettivo- in croato Javno trgovacko drustvo (abbreviato in j.t.d.);
  • Società in accomandita semplice- in croato Komanditno drustvo (abbreviato in k.d.)

La società per azioni (Dionicko drustvo d.d.) e la società a responsabilità limitata (Drustvo s ogranicenom odgovornoscu d.o.o.) sono forme societarie corporative nelle quali assume fondamentale importanza la partecipazione al capitale di ogni singolo socio o azionista. Entrambe queste società sono dotata di personalità giuridica, il che significa che è la società e non il singolo socio o azionista a essere titolare dei diritti e delle obbligazioni assunte nell’esercizio dell’attività d’impresa. Entrambe queste società sono assoggettate al regime dell’imposta corporativa sul reddito d’impresa, mentre i loro proprietari (azionisti o soci) sono soggetti al pagamento dell’imposta sul reddito di capitale. Attualmente in Croazia non esiste una specifica imposta che colpisce il capital Gain. Entrambe queste forme societarie sottintendono la limitata responsabilità dei soci o azionisti e la creazione di un capitale azionario minimo.

Società in nome collettivo– La società in nome collettivo (Javno trgovacko drustvo j.t.d.) e la società in accomandita semplice (Komanditno drustvo k.d.) sottintendono la responsabilità personale di ciascuno socio verso i debiti assunti dalla società. In questo caso i soci hanno una responsabilità personale limitata, e per la costituzione della società non è necessaria la creazione di alcun capitale azionario minimo.

Società per azioni– La società per azioni può essere costituita da uno o più azionisti che hanno suddiviso il capitale sociali in azioni commerciabili o non commerciabili. Per costituzione di una società per azioni in Croazia è necessaria della creazione di un capitale minimo di HRK 200.000. Questa forma societaria, quale parte della propria struttura interna, richiede la costituzione e l’attività di alcuni organi quali il consiglio di amministrazione, il collegio sindacale e l’assemblea degli azionisti.

Società a responsabilità limitata– La società a responsabilità limitata è costituita do uno o più soci che partecipano, ciascuno con il proprio conferimento, alla creazione del capitale sociale, suddiviso in quote prive della natura dei titoli di credito. Per la costituzione di una società a responsabilità limitata in Croazia è necessaria la creazione di un capitale minimo di HRK 20.000.

Società a responsabilità limitata semplificata– La società a responsabilità limitata e la società a responsabilità limitata semplificata sono persone giuridiche simili, sebbene esistano alcune differenze. La società a responsabilità limitata semplificata può essere costituita con un capitale sociale minimo di HRK 10, ma non consente che vi partecipino più di tre soci né ammette la presenza di più di 1 socio amministrativo.

Società in nome collettivo– Due o più soci possono dar vita a una società in nome collettivo al fine di costituire una società permanente operante sotto una ragione sociale comune. Ciascun socio è illimitatamente responsabile di tutte le obbligazioni assunte dalla società.

Società in accomandita semplice– Due o più soci possono dar vita a una società in accomandita semplice al fine di costituire una società permanente operante sotto una ragione sociale comune. In tal caso almeno uno dei soci sarà limitatamente responsabile di tutte le obbligazioni assunte dalla società, e almeno uno dei soci sarà responsabile limitatamente al proprio conferimento nel capitale.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: PERCHE’ LA CROAZIA RAPPRESENTA UNA DELLE MIGLIORI GIURISDIZIONI PER NUOVI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI

La Croazia è facilmente raggiungibile dall’Italia, in più nella zona Istriana, in città come Fiume o Abbazia, si parla anche Italiano. I bassi costi di insediamento, il modico costo del personale e gli incentivi agli investimenti, con possibilità di ridurre a zero la corporation tax per 10 anni, fanno della Croazia una meta ideale per nuovi insediamenti produttivi.

Anche i dati macroeconomici dimostrano come la Croazia non si più nemmeno lontanamente un Paese dell’ex Jugoslavia appartenente al blocco Socialista, ma un moderno Paese con importanti possibilità di sviluppo.

CROAZIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: PERCHE’ SCEGLIERE LO STUDIO BERTAGGIA

Il nostro Studio è presente sia in Italia che in Croazia. I nostri professionisti possono quindi assistere il cliente non solo nella mera costituzione della società, che è evidentemente l’adempimento più pubblicizzato, ma anche il più semplice, ma nel corretto insediamento in territorio Croato sia personale che societario. Possiamo offrire servizi di assistenza per il reperimento di un alloggio, di uno stabilimento produttivo, per il reperimento di personale dipendente o collaboratori in genere. Garantiamo poi assistenza per gli eventuali adempimenti successivi alla costituzione, come la tenuta della contabilità della società Croata, gli adempimenti dichiarativi personali in Croazia ed eventualmente in Italia, assistenza per problemi legati alla doppia tassazione, problematiche inerenti società controllate o collegate. Assistiamo i clienti anche nell’ipotesi siano necessari servizi legali in Croazia, sia di diritto Civile che Penale.

Alcuni dei servizi che offriamo

  • Costituzione Società
  • Tenuta della contabilità e dichiarazioni fiscali
  • Assistenza al reperimento di un’alloggio/ufficio/capannone
  • Pratiche inerenti la residenza personale (anche iscrizione AIRE)
  • Disbrigo pratiche doganali di qualsiasi tipo
  • Reperimento di personale dipendente o collaboratori
  • Assistenza Legale Civile e Penale

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.avvocatobertaggia.org
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.avvocatobertaggia.org che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina di www.avvocatobertaggia.org che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.avvocatobertaggia.org è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Studio Legale Internazionale Bertaggia – Titolo -Croazia società investimenti-, in www.avvocatobertaggia.org

Insurance Quote

[contact-form-7 404 "Non trovato"]