Polonia società investimenti

POLONIA SOCIETA’ INVESTIMENTI

INFO LINE PER INVESTIMENTI IN POLONIA: +393483610420

Polonia società investimenti. Entrata nell’Unione Europea nel 2004, la Polonia è un paese che ha visto un periodo di rinascita e di costante crescita, grazie a una combinazione di fattori positivi. La Polonia è un luogo interessante per gli investitori. I progetti realizzati dalle grandi imprese, consorzi multinazionali inclusi, portano alla creazione di posti di lavoro e hanno un impatto positivo sullo sviluppo dell’economia e delle infrastrutture, a livello nazionale e regionale.

 Articolo a cura dalla Rag. Justyna Pysiak dello Studio Legale Internazionale Bertaggia.

Rag. Justyna Pysiak

La Polonia è uno dei principali paesi
dove i cittadini europei possono trasferirsi
per cercare uno sbocco lavorativo,
per concludere affari e per aprire un’azienda senza vincoli

DATI GENERALI

Forma di stato Repubblica parlamentare
Superficie 312.696 km2
Lingua Polacco
Religione Cattolica
Moneta Zloty
Schengen* membro dello spazio Schengen dal 21 dicembre 2007
Capitale Varsavia
Membro dell’UE Dal 1º maggio 2004

* Lo spazio Schengen è uno dei maggiori risultati raggiunti dall’UE. Si tratta di un’area senza frontiere interne, una zona all’interno della quale i cittadini, molti cittadini di paesi terzi, chi viaggia per affari e i turisti possono circolare liberamente senza essere sottoposti ai controlli di frontiera. Dal 1985 si è gradualmente allargata e attualmente comprende quasi tutti i paesi dell’UE e alcuni paesi associati che non appartengono all’UE.

POLONIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: PAESE DI GRANDI OPPORTUNITÀ

La Polonia è una delle migliori piazze europee per gli investitori: membro dell’Unione Europea, economia stabile in costante crescita, grande mercato interno, facile accesso ai mercati limitrofi, incentivi per gli investitori, società giovane, fra le più istruite d’Europa, popolazione sostanzialmente omogenea e priva di tensioni etiche, personale tecnico e manageriale altamente qualificato e sistema bancari moderni e ben sviluppato. Rappresenta un’ottima opportunità per il commercio italiano, poiché la richiesta dei prodotti a marchio MADE IN ITALY è sempre in crescita e, essendo il mercato unico, le dogane non esistono più.

POLONIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: SISTEMA FISCALE

Sin dai primi anni ’90 il sistema fiscale polacco è stato gradualmente riformato, con l’intento di incoraggiare gli investimenti e creare posti di lavoro. Le riforme sono state sostenute dal processo di adeguamento e armonizzazione del diritto polacco con il diritto dell’UE. Il sistema fiscale polacco distingue 12 tipi di imposte, esemplificativamente suddivise in:

Imposte dirette:

·         imposta sul reddito delle persone giuridiche, IRPEG (CIT – Corporation Income Tax);

·         imposta sul reddito delle persone fisiche, IRPEF (PIT – Personal Income Tax);

·         imposta sugli atti di diritto civile;

·         imposta sugli immobili;

·         imposta sui mezzi di trasporto;

·         imposta sulle successioni e donazioni;

·         imposta agraria;

·         imposta forestale;

·         imposta sui cani.

 

Imposte indirette:

·         tassa sui bene e servizi, Iva (VAT);

·         imposta sui giochi;

·         accise.

Le principali imposte sono:
IMPOSTE DIRETTE:
• PIT (personal income tax) it. IRPEF
• CIT (corporate income tax) it. IRPEG;

POLONIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: L’IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE (Podatek dochodowy od osób fizycznych) IRPEF – PIT

Ogni persona fisica residente sul territorio della Repubblica di Polonia che percepisce un reddito è contribuente soggetto all’imposta sul reddito delle persone fisiche. E’ considerata residente sul territorio Polacco una persona fisica, i cui interessi personali o economici si concentrano sul territorio dello Stato, oppure che soggiorna per più di 183 giorni in un anno fiscale. La tassazione viene applicata attraverso le seguenti due aliquote: 18% per redditi da 0 a 85.525 zloty- € 21.381,25 (reddito imponibile) e del 32% per redditi superiore agli 85.525 zloty – € 21.381,25.

Lo straniero non residente in Polonia verrà tassato solo sul reddito ottenuto in Polonia. Tuttavia esistono delle eccezioni che permettono a persone fisiche che esercitano un’attività economica di applicare, a certe condizioni, nel calcolo della propria imposta sul reddito l’aliquota fissa del 19% (flat tax), oppure di ricorrere ad una delle forme di imposta forfettaria, previste da una legge specifica che ne regola i principi.

Inoltre, l’accordo stipulato tra la Polonia e l’Italia
nel 21 giugno 1985 permette di evitare la doppia imposizione fiscale
e l’elusione fiscale nell’ambito dell’imposta sul reddito.

POLONIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: L’IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE GIURIDICHE (Podatek dochodowy od osób prawnych)IRPEG -CIT

Per quanto concerne l’imposta sul reddito delle persone giuridiche (Podatek dochodowy od osób prawnych), i soggetti passivi di tale imposta sono le società aventi sede legale o amministrativa in territorio polacco e le società non aventi sede legale o amministrativa in Polonia, limitatamente ai redditi prodotti sul territorio polacco.
L’aliquota di base dell’imposta è pari al 19% dell’imponibile. La dichiarazione annuale dei redditi deve essere consegnata entro i tre mesi successivi alla chiusura dell’anno fiscale.

Tuttavia, dal gennaio 2019 l’aliquota CIT (IRPEG) è al 9% per piccoli imprenditori, i cui ricavi dalle vendite non abbiano superato nel precedente anno d’esercizio 2 mln €. Sono esenti da tassazione i redditi prodotti dai fondi d’investimento polacchi (inclusi i fondi che investono nel settore immobiliare).

polonia società investimenti

POLONIA SOCIETA’ INVESTIMENTI: IMPOSTE INDIRETTE • IVA (VAT – VALUE ADDED TAX)

La legge che regola l’imposta sul valore aggiunto è stata modificata, dopo l’ingresso della Polonia nell’Unione europea nel 2004, in modo da renderla compatibile con le normative comunitarie. L’imposta si applica sulle cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate in territorio polacco nell’esercizio di attività d’impresa o professionale o sul loro ingresso nel territorio nazionale.
Le principali aliquote sono le seguenti:
• aliquota ordinaria del 23%;
• aliquota ridotta dell’8% su beni connessi alla cura della salute, prodotti gastronomici, materiali da costruzione, servizi alberghieri, trasporti;
• aliquota ridotta del 5% sulla vendita di alcuni prodotti agricoli lavorati o semilavorati, prodotti provenienti dalla silvicoltura, dalla caccia, dalla pesca e servizi correlati a tali prodotti.
Sono esenti da Iva i servizi forniti dalle poste statali, quelli di natura finanziaria, i servizi di assistenza sanitaria, servizi educativi e quelli forniti dall’ amministrazione pubblica.
Sono obbligati a registrarsi e ad applicare l’Iva i contribuenti con volume d’affari superiore a 200 mila zloty mentre devono generalmente registrarsi i contribuenti non residenti che effettuano cessioni di beni e prestazioni di servizi nel paese. L’imposta viene liquidata mensilmente o trimestralmente per i contribuenti più piccoli. Gli imprenditori, entro il 25° giorno di ogni mese, devono inviare telematicamente all’autorità fiscale polacca la dichiarazione IVA del mese precedente; la tenuta mensile vale anche per i contribuenti che effettuano rendicontazione trimestrale, che dovranno comunque allegare tre dichiarazioni separate.

PERCHE’ LA POLONIA? QUALI SONO I SUOI PUNTI DI FORZA?

Dimensione e capacità d’assorbimento del mercato interno: Con oltre 38 milioni di abitanti la Polonia è il più grande mercato dell’’Europa centro-orientale. Grazie alla costante crescita economica registrata negli ultimi anni, è stato ridotto il gap del PIL pro-capite con l’UE ed è cresciuto il potere d’acquisto con l’affermarsi dì nuovi modelli di consumo. Il trend al rialzo dei salari reali, l’espansione della classe media e la presenza, seppur contenuta, di una classe medio-alta, nonché una consistente domanda interna, oltre a sostenere la performance economica del Paese, formano uno scenario favorevole per il nostro export. Polonia società investimenti.

Posizione geografica: La Polonia è favorita da una posizione geografico-strategica che la colloca al centro delle direttrici europee per gli scambi commerciali. Il Paese attrae un crescente interesse di aziende europee ed extra-europee grazie non solo alla disponibilità e apertura delle Autorità polacche verso gli investimenti esteri e alle agevolazioni fiscali e logistiche offerte nelle Zone Economiche Speciali (ZES), ma anche alla sua peculiare capacità di fungere da hub logistico e distributivo per proiettarsi verso i mercati dell’’est;

Capitale umano: La disponibilità di una forza lavoro giovane e qualificata e con buone conoscenze linguistiche costituisce un asset della Polonia. La disponibilità di professionalità con forti specializzazioni è resa possibile da una vasta rete di centri accademici che con oltre 100.000 docenti formano oltre 2 milioni di studenti, con un elevato numero di laureati in facoltà tecnologiche e scientifiche. La Polonia conta poco più di 38 milioni di persone, di cui più del 60% vive nelle città. La popolazione polacca è molto giovane, l’età media e di 35 anni e il 56% degli abitanti ha meno di 40 anni.

AVVIO DI UN’ATTIVITA’ IN POLONIA: PASSI PRINCIPALI

In Polonia, Polonia investimenti società, per formare una società, è necessario:

1. redigere e firmare un contratto / uno statuto della società;
2. iscrivere la società al registro delle imprese tenuto presso il Registro Nazionale Giudiziario (Krajowy Rejestr Sądowy KRS)
3. farsi assegnare il numero REGON presso l’Ufficio Statistico competente per la sede della società (REGON è un codice statistico assegnato a soggetti che esercitano attività economiche al momento dell’iscrizione nel Registro nazionale tenuto dal Presidente dell’Ufficio Centrale di Statistica)
4. richiedere l’attribuzione del numero di identificazione fiscale NIP (Numer Identyfikacji Podatkowej – codice fiscale)
5. registrazione all’ufficio competente del’ Agenzia delle Entrate ai fini dell’imposta VAT (partita IVA)
6. denunciare gli eventuali dipendenti della società all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (Zakład Ubezpieczeń Społecznych – ZUS)

polonia società investimenti

I PRINCIPALI TIPI DI SOCIETA’ IN POLONIA

Ci sono quattro principali forme societarie previste dalla legislazione polacca:

• Società a Responsabilità Limitata (sp z.o.o)
• Società per Azioni (SA)
• Partnership
• Unico proprietario

LE PRINICPALI CARATTERISTICHE DI UNA SOCIETA’ POLACCA A RESPONASBILITA’ LIMITATA (SP Z.O.O)

• Numero minimo di soci: 1
• numero minimo degli amministratori: 1
• sede legale in Polonia è obbligatoria
• capitale sociale minimo è di PLZ 5.000 (circa € 1. 250)
• quota societaria minima è di PLZ 50 (circa € 12.50)
• La società deve avere inoltre un segretario, deve tenere la contabilità e presentare le dichiarazioni dei redditi
• L’aliquota sull’utile della società è di 19%. I tempi di costituzione di una s.r.l. sono di 6 settimane circa.
• Principalmente usata per business di medie-piccole dimensioni

LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DI UNA SOCIETA’ PER AZIONI POLACCA (SA)

• Principalmente usata per business di dimensioni medio-grandi che devono raccogliere capitali pubblici
• Capitale sociale: è suddiviso in quote. Il capitale minimo è di 100.000PLN (circa €25.000), almeno il 25% del capitale deve essere versato al momento della registrazione e ogni azione deve avere un valore non inferiore a 1 PLN
• Può essere costituita da uno o più soci

LE FORME PRINCIPALI DI UNA PARTNERSHIP IN POLONIA
Ci sono quattro principali forme societarie previste dalla legislazione polacca:
• Partnership registrata: tutti i partner hanno stessa responsabilità illimitata
• Partnership a responsabilità limitata: alcuni partner hanno responsabilità limitata
• Partnership professionale
• Partnership per azioni

LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DI UNA SOCIETA’ CON UNICO PROPRIETARIO
• E’ la più semplice e meno regolamentata forma di società
• Molto diffusa per le piccole imprese
• Il socio ha responsabilità illimitata
• I profitti sono tassati secondo i ratei delle persone fisiche

La soffocante burocrazia dell’era comunista è morta
da un pezzo e adesso la Polonia è uno dei paesi più liberali
dal punto di vista economico nell’Europa centrale.

ZONE ECONOMICHE SPECIALI (ZES)

In Polonia esistono 14 zone economiche speciali istituite con la legge del 20 ottobre 1994 con successive modifiche. Sono aree scarsamente abitate destinate all’esercizio di attività economiche a condizioni speciali. Queste Zone Economiche Speciali saranno attive fino al 31 dicembre 2026. Polonia investimenti società. Gli imprenditori che vi insediano l’attività possono beneficiare di aiuti pubblici. Il livello delle detrazioni previste varia dal 30% al 50% del valore dell’investimento.
Per beneficiare degli incentivi fiscali gli imprenditori devono rispettare alcune condizioni, in particolare:

• investimento minimo: € 100.000;
• durata minima dell’investimento: 5 anni;
• i posti di lavoro devono essere mantenuti per almeno 5 anni.
L’ obiettivo è quello di accelerare lo sviluppo economico del territorio, soprattutto attraverso l’insediamento di specifici comparti di attività economica, l’adozione di nuove soluzioni tecniche e tecnologiche, la promozione e lo sviluppo dell’export e la creazione di nuovi posti di lavoro.
Per stimolare gli investimenti in ZES vengono messi a disposizione i seguenti incentivi:
• esenzione dalla tassa sul reddito (CIT per le persone giuridiche o PIT per le persone fisiche)
• sgravi per le imposte sugli immobili
• sgravi per le tasse sui mezzi di trasporto
• sgravi per i dazi doganali
• incentivi non fiscali per l’assunzione di nuovo personale
• incentivi non fiscali relativi alle procedure di investimento
• complessiva assistenza durante l’intero processo dell’investimento.
Inoltre gli investitori internazionali possono contare su bassi costi di produzione e di distribuzione e un facile accesso ai mercati dei Paesi dell’Est.

In una ricerca svolta nel 2012 dalla Camera di Industria e Commercio Tedesca
alla domanda “Investiresti di nuovo nella stessa localizzazione?”
la risposta degli investitori attivi in Polonia ha avuto un 94% di risposte positive,
è il risultato maggiore tra tutti i paesi presi in considerazione.

Un così cospicuo piano finanziario ha come obiettivo una sempre maggiore crescita dell’economia polacca, ma di tali interventi possono beneficiare anche le imprese italiane, sia direttamente (con la costituzione di società di diritto polacco) che indirettamente (nella fornitura di impianti, tecnologie e servizi, esecuzione di opere finanziate da fondi europei).

POLONIA INVESTIMENTI SOCIETA’: COSA PUO’ FARE PER VOI LO STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE BERTAGGIA

Continuando il ragionamento, in Polonia investiemnti società, lo studio legale internazionale Bertaggia ha una apposita sezione, gestita dal rag. Pysiak, in collaborazione con l’avv. Bertaggia, che si occuppa di gestire tutte le richieste degli imprenditori Italiani desiderosi di delocalizzare la propria attività in Polonia, di creare una società in Polonia, di trasferisi a vivere in Polonia , e comunque di effettuare investimenti ed attività economiche nello stato Polacco.

lo Studio, nell’ambito della sua sezione di diritto societario internazionale, è in grado di fornire la consulenza propedeuetuica per l’apertura di una società in Polonia, di fornire adeguata consulenza fiscale e societaria, di fornire servizi di contabilità commerciale in Polonia: in definitiva siamo in grado di fornire ogni tipo di aiuto per poter far si che la vostra attività aziendale sia adeguatamente avviata e gestita, tenendo altresi presente dell’eventuale neccessità di ististuire stabili organizzazioni di istituire stabili organizazzioni di società Italiane e di fornire ogni tipo di supporto fiscale e legale per tutti coloro che desiderano aprire una società in Polonia.

Puoi rivolgerti a noi tramite il comodo servizio online di consulenza sulle società estere, potrai fissare un’appuntamnto direttamente con i nostri esperti di diritto societario polacco comodamente online dal tuo pc o smartphone senza bisogno di spostamenti e quant’altro. Chiaramente se preferite un’appuntamento tradizionale in studio siamo disponibili anche in tal senso.

INFO LINE PER INVESTIMENTI IN POLONIA: +393483610420

Per approfondire questo argomento naviga nel nostro canale YouTube

Siamo operativi anche per videoconsulenze, senza bisogno di spostarsi fisicamente per venire nei nostri uffici

© Riproduzione riservata
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in www.avvocatobertaggia.org
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina di www.avvocatobertaggia.org che contiene l’articolo di interesse.
È vietato che l’intero articolo sia copiato in altro sito; anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l’indicazione della fonte e l’inserimento di un link diretto alla pagina di www.avvocatobertaggia.org che contiene l’articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in www.avvocatobertaggia.org è obbligatoria l’indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore. Studio Legale Internazionale Bertaggia – Titolo POLONIA SOCIETA’ INVESTIMENTI, in www.avvocatobertaggia.org

La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la redazione online né lo Studio Legale Internazionale Bertaggia. Non prendere mai decisioni fiscali o giuridiche senza prima avere consultato un avvocato esperto nella materia.
Articolo aggiornato al 20 Novembre 2020

Insurance Quote

[contact-form-7 404 "Non trovato"]