Questo Sito utilizza cookie in conformità alla cookie policy del Sito e cookie che rientrano nella responsabilità di terze parti.

Cliccando su CHIUDI o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso ai cookie di terze parti clicca qui.

Repubblica Dominicana, arresto, droga, carcere

Replies

Repubblica Dominicana, arresto, droga, carcere

Repubblica Dominicana arresto droga carcere

REPUBBLICA DOMINICANA: ARRESTO, DROGA, CARCERE. 

ITALIANI IN CARCERE A SANTO DOMINGO

La Repubblica Dominicana (anche chiamata come la sua capitale, Santo Domingo), non è solo una terra di piacere, di viaggi, di vacanze e di belle donne: è anche un crocevia internazionale di droga dove, spesso, cittadini stranieri, fra cui molti italiani, incappano nelle rigorose maglie della giustizia penale dominicana, molte volte anche in maniera incolpevole, con procedure fatte volutamente per defraudare i loro beni.
La normativa penale dominicana è molto articolata e complessa, ricalcata sul codice francese, con numerose modifiche intervenute nel 2004. In maniera del tutto esemplificativa si può dire che la giustizia penale dominicana si è molto "privatizzata" nel senso che molti reati, che erano di piena competenza del Pubblico Ministero, dalla riforma in poi dipenderanno, quanto alla loro procedibilità, dalla volontà di querela (intesa come condizione di procedibilità penale) delle parti offese: per questo motivo, stante l'inattività delle parti offese, molti processi, anche per reati gravi, non si celebrano.
Questo un elenco parziale dei più gravi reati che sono procedibili solo a querela: vie di fatto (vías de hecho), percosse e ferite che non causino lesioni permanenti (golpes y heridas que no causen lesión permanente), minacce, escluse quelle contro funzionari pubblici (amenaza, salvo las proferidas contra funcionarios públicos), furto senza violenza e senza armi (robos sin violencia y sin armas), truffa (estafa), abuso di fiducia (abuso de confianza), lavoro pagato e non realizzato (trabajo pagado y no realizado), rivelazione di segreti e falsità in scritture private (revelación de secretos y falsedades de escritura privadas). Vi è stata anche la previsione della possibilità (prima inesistente) di ottenere, da parete dei detenuti, la detenzione domiciliare.
Inoltre, nel nuovo codice penale dominicano, vi è anche la previsione che possa esserci un processo di conciliazione (negoziazione) in gravi reati come l'omicidio volontario.
La durata massima di tutto il procedimento penale viene fissata in tre anni, a partire dall' inizio delle investigazioni, tempo che potrà prolungarsi soltanto di sei mesi in caso di sentenza di condanna.
Il Pubblico Ministero ha un limite massimo di mesi tre per concludere le indagini preliminari e presentare le sue accuse, se l'imputato è stato condannato alla carcerazione preventiva o agli arresti domiciliari.
Sono previste inoltre maggiori facilitazioni (del tutto teoriche se non ci si munisce di un valido avvocato esperto in diritto penale internazionale) per i detenuti stranieri, infatti all'art. 343 del codice di procedura penale viene determinato che "in caso di uno straniero proveniente da Paesi con i quali esistano trattati di cooperazione giudiziale o penitenziaria, il tribunale puo' ordinare che la pena sia scontata totalmente o parzialmente nel paese d' origine o residenza dell'imputato". Con l'Italia è in vigore il Trattato sul trasferimento di persone condannate, fatto a Santo Domingo il 14/08/2002, in vigore in Italia con Legge 5 Marzo 2010, n. 46. Detto trattato è di particolare importanza, data la difficilissima situazione detentiva delle carceri dominicane e l'elevato numero dei cittadini italiani ristretti nelle carceri della Repubblica Dominicana.

Se sei un cittadino italiano e sei stato arrestato a Santo Domingo chiama subito il numero di urgenza penale internazionale attivo h 24: se hai bisogno di parlare in italiano +39 329 5724694, if you have been arrested in Santo Domingo, and looking for a lawyer to a criminal defense international, just call: +44 (0) 7741710515, o se non riesci a telefonare (in molti stazioni di polizia non lo consentono) contatta l'ambasciata italiana a Panama al numero 00507 - 2258948-49-50 e dì che si metta subito in contatto con noi; entro 48 ore dall'arresto (o da quando ci avrai incaricato), saremo in grado di farti ottenere un colloquio con uno dei nostri avvocati fiduciari dominicani ed organizzare la tua difesa penale internazionale nella Repubblica Dominicana. Se sei un parente di un italiano arrestato a Santo Domingo e cerchi un avvocato italiano a Santo Domingo, oppure un avvocato dominicano che parli italiano, e preferisci scriverci, clicca qui.

Continua a leggere l'articolo sugli italiani arrestati a santo Domingo.

II trasferimento dei detenuti italiani da Santo Domingo all'Italia potrà avvenire solamente se la sentenza di condanna sia passata in giudicato, se la parte della condanna ancora da espiare sia perlomeno di un anno, se l'infrazione penale che ha data luogo alla condanna rappresenti un'infrazione penale anche per la legge dello Stato in cui il detenuto deve essere trasferito e se lo Stato di condanna e lo Stato di esecuzione siano d'accordo sul trasferimento.
Ogni persona condannata, alla quale può essere applicato il trattato in questione e che faccia richiesta di essere trasferita, deve dare il consenso al trasferimento volontariamente e con la piena consapevolezza delle conseguenze giuridiche che ne derivano. Per ottenere il trasferimento, il detenuto dovrà presentare una richiesta scritta alle corrispondenti Autorità dello Stato di condanna. Per l'adozione della relativa decisione, le Autorità degli Stati interessati valuteranno ogni utile fattore, fra cui la gravità del reato, le ripercussioni sociali del fatto criminoso, lo stato di salute del detenuto ed il legame mantenuto dallo stesso con lo Stato d'origine.
La durata della condanna nello Stato di esecuzione dovrà corrispondere, nei limiti del possibile, a quella indicata nella sentenza emanata nello State richiesta; in ogni caso, essa non potrà superare il massimo della pena; prevista per quel reato nello Stato in cui si effettua il trasferimento. Entrambi gli Stati potranno inoltre concedere grazia, amnistia o indulto alla persona condannata, secondo le proprie leggi.

Il nostro Studio Legale Internazionale ha buona esperienza nell'utilizzo sostanziale di tale trattato, concernente il trasferimento in Italia dei detenuti italiani condannati al carcere nella Repubblica Dominicana, così come di similari ulteriori trattati, per il trasferimento dei detenuti italiani, in altre nazioni nel mondo.

Se consideriamo che la stragrande maggioranza degli italiani detenuti a Santo Domingo lo è per problemi di droga, l'esistenza di tale trattato (poco noto e poco utilizzato) è di basilare importanza per tutti i detenuti italiani nella Repubblica Dominicana o a Santo Domingo. Infatti la normativa penale in tema di uso o spaccio di droga, a Santo Domingo, è molto pesante: il traffico, possesso e consumo di droghe, leggere o pesanti, sono perseguiti per legge, d'ufficio, e severamente puniti. Per il semplice possesso di droga nella Repubblica Dominicana è prevista una multa o/e una detenzione da sei mesi a due anni; per distribuzione e spaccio è prevista una multa e detenzione da tre a dieci anni; per traffico di droga è prevista una multa e detenzione da cinque a venti anni e condanna ai servizi sociali. Non è mai consentita la libertà provvisoria su cauzione.

Altro reato comune in cui incappano gli italiani a Santo Domingo è la violazione della normativa per gli abusi sessuali e le violenze contro i minori: le violazioni commesse a danno di minori, soprattutto violazioni di tipo sessuale, sono severamente punite con la reclusione dai tre ai cinque anni. A questo quadro generale si devono aggiungere i particolari problemi che vi sono con le autorità locali: la frequenza di arresto e di condanna, a Santo Domingo, di turisti stranieri è piuttosto alta. La Polizia può procedere a fermi di almeno 48 ore lavorative, semplicemente su presentazione di querela di parte.
Ad aggravare questo quadro vi è la chiusura definitiva dell'ambasciata italiana a Santo Domingo, le cui facoltà ed i cui compiti sono ora di attribuzione dell'ambasciata italiana a Panama, con le conseguenti gravi difficoltà di contatto e di logistica. Un breve cenno sulla situazione carceraria a Santo Domingo basterà a comprendere i gravi rischi che corrono i cittadini italiani in carcere nella Repubblica Dominicana: le carceri dominicane sono molto simili a quelli degli altri paesi sudamericani. Percosse, situazioni igieniche precarie, sovraffollamento carcerario, necessità per il detenuto di comprarsi tutto, dai vestiti al materasso, dal cibo ai medicinali, in definitiva la situazione carceraria a Santo Domingo è similare a quella che si trovano a vivere quasi tutti gli italiani arrestati in paesi non europei, guarda il nostro precedente articolo, clicca qui.

In caso di arresto a Santo Domingo bisognerà immediatamente preoccuparsi di non incorrere nei consueti errori in cui incappano gli italiani arrestati all'estero: cfr il nostro precedente articolo. Disponiamo, come Studio Legale Santo Domingo, di avvocati dominicani seri e di provata esperienza ed affidabilità, fidelizzati e collegati al nostro Studio Legale Internazionale; agiamo a Santo Domingo con avvocati dominicani che parlano italiano, seguiti e coordinati dalla nostra sede italiana, il tutto sotto la nostra direzione e responsabilità.

Se sei un cittadino italiano e sei stato arrestato a Santo Domingo chiama subito il numero di urgenza penale internazionale attivo h 24: se hai bisogno di parlare in italiano +393295724694, if you have been arrested in Santo Domingo, and looking for a lawyer to a criminal defense international, just call: +44 (0) 7741710515, o se non riesci a telefonare (in molti stazioni di polizia non lo consentono) contatta l'ambasciata italiana a Panama al numero 00507 - 2258948-49-50 e dì che si metta subito in contatto con noi; entro 48 ore dall'arresto (o da quando ci avrai incaricato), saremo in grado di farti ottenere un colloquio con uno dei nostri avvocati fiduciari dominicani ed organizzare la tua difesa penale internazionale nella Repubblica DominicanaSe sei un parente di un italiano arrestato a Santo Domingo e cerchi un avvocato italiano a Santo Domingo, oppure un avvocato dominicano che parli italiano, e preferisci scriverci, clicca qui.
Dopo il processo potrai usufruire, se sarai stato condannato a Santo Domingo, e quando la condanna sarà diventata definitiva, della legge 5 Marzo 2010 n. 46, (leggi il testo integrale, clicca qui) sul trasferimento delle persone detenute fra Italia e Repubblica Dominicana, e finire di scontare la pena in Italia, ivi usufruendo degli sconti di pena previsti dall'autorità di esecuzione della pena ed anche, se concedibili, dell'indulto.
Studio Legale Internazionale Bertaggia home page
Altre Informazioni ?

informazioni

I Piu' popolari